Come visitare Torino in maniera alternativa:

la sfida delle Guide Bogianen

«Dite a Turin che da sì nojàutri bogioma nen!» dissero i soldati austro-piemontesi durante la Battaglia dell’Assietta. Era il 1747, l’esercito francese stava avanzando e la sconfitta era alle porte. Nonostante questo i soldati sabaudi si rifiutarono di ritirare le truppe e il loro comandate per l’appunto affermò: “Dite a Torino che noi da qui non ci muoviamo!”.

E da Torino non si muovono neanche le Guide Turistiche Bogianen, protagoniste del nostro documentario “Non mi muovo. Nuove generazioni di imprenditori”.

I Bogianen ne hanno ispirato anche il titolo, poiché l’espressione “Bogia-nen” significa letteralmente “Non ti muovere”. Arriva proprio da quei valorosi soldati piemontesi della battaglia dell’Assietta e nel gergo popolare è utilizzata per definire i piemontesi in una duplice accezione: sia riferendosi a un presunto atteggiamento eccessivamente prudente e passivo, sia a coloro che nonostante le difficoltà vanno avanti a testa alta e con determinazione.

fabio guide bogianen

Francesca e Fabio, alias Guide Bogianen, sono guide turistiche abilitate che hanno deciso di costruirsi una nuova identità proponendo tour della città di Torino non convenzionali.

francesca guide bogianen

Torino è una città ricca di storia, arte e misteri, ma è anche una città che negli ultimi anni ha vissuto grandi trasformazioni. Da polo industriale a città di cultura e grandi eventi, in questa metropoli si sono mescolate le lingue, i dialetti, i saperi e le usanze delle diverse regioni italiane, ma anche di mondi lontani.
Sono i suoi quartieri a parlarci di questa “storia altra” attraverso i mercati, le botteghe artigiane, i nuovi atelier artistici, le zone post-industriali, le piole e addirittura le ex case chiuse.

Ed è proprio quest’altra Torino che ci piace esplorare in compagnia delle Guide Bogianen.

Nonostante la abitiamo ormai da anni e la viviamo quotidianamente, possiamo constatare che c’è sempre qualcosa da scoprire. Anche il torinese può, e forse dovrebbe, provare a vedere la città con gli occhi del turista, andando aldilà della “Torino ufficiale” e perdendosi per le vie dei singoli quartieri. Ognuno di essi nasconde un’identità ben precisa e il progetto delle Guide Bogianen ci è piaciuto proprio perché il loro obiettivo è quello di scoprire questi piccoli mondi in trasformazione.

I loro tour si rivolgono non solo al turista di passaggio, ma anche a coloro che vivono la città quotidianamente e proprio per questo ne perdono i dettagli.

Piazza Castello Torino
Qualcosa in più su Guide Bogianen...
Qualcosa in più su Guide Bogianen...
Francesca e Fabio sono i fondatori delle Guide Bogianen. Si sono conosciuti nel 2009 al corso di formazione per diventare guide turistiche attivato dalla Provincia di Torino. Fabio è laureato in Storia dell’Arte al DAMS, mentre Francesca ha una laurea in Antropologia Culturale.
Dopo aver conseguito l’abilitazione hanno lavorato come guide turistiche per musei, agenzie e associazioni, ma piano piano hanno iniziato a concepire un’altra idea di fare turismo nella realtà urbana di Torino.
L’idea di Guide Bogianen nasce nell’estate del 2012 proprio dall’esigenza di sviluppare una proposta turistica alternativa. Come già avviene in altre città europee, Francesca e Fabio vogliono farci andare oltre la Torino “ufficiale” degli edifici storici e dei musei per esplorare il territorio urbano alla ricerca delle storie nascoste, dei volti post-industriali della città, delle sue realtà artigiane e dei suoi aspetti interculturali.
Il loro sogno è quello di vedere una Torino più dinamica e vivace, capace di valorizzare la sua storia e le sue trasformazioni attraverso l’esplorazione e l’interpretazione della realtà presente.

Come emerge dal nostro documentario, quella di Francesca e Fabio è una sfida. Creare qualcosa di nuovo e inedito in una società ormai abituata all’omologazione non è di certo la strada più facile da percorrere…Senza contare gli ostacoli che si incontrano per portare avanti un progetto imprenditoriale nel nostro Paese!

Ma con tanta volontà, dedizione e un paio di scarpe comode si possono raggiungere anche dei traguardi.

Restando fedeli ai propri sogni, non abbandonando il campo di battaglia. “Noi da qui Bogioma nen!”

2016-11-09T19:31:15+00:00 ottobre 14th, 2015|giovani e lavoro|0 Commenti

Cosa ne pensi? Scrivi un commento!